I  4 veleni bianchi che favoriscono l’instaurarsi di disturbi e patologie sono :

 

IL SALE, IL LATTE, LO ZUCCHERO E LA FARINA BIANCA.

i 4 veleniveleno

IL SALE: Dovremmo assumere 1 kg di sale all’anno, ma in realtà ne assumiamo ben 10 kg. Questo perchè è sovrabbondante in moltissimi alimenti confezionati, come snack, fritti, patatine,pasta,pizza e usato in eccesso come condimento.

La sua assunzione eccessiva e duratura provoca: pressione alta, cattiva digestione, insonnia, tic nervosi, stanchezza cronica, perdita di calcio nelle ossa.

 

LO ZUCCHERO: Nessun adulto ha bisogno di assumere zucchero extra per la propria alimentazione, ma la verità è che fin da piccoli siamo abituati ad associare lo zucchero alla felicità. Sarà per questo che continuiamo ad assumerlo per tutto il resto della nostra vita. Alimenti ricchi di zucchero innescano un processo che produce insulina, che affatica moltissimo l’organismo e genera: senso di affaticamento, ridotta capacità di concentrazione, poca lucidità mentale, stanchezza cronica, picchi e cali repentini di energia durante la giornata e nel lungo periodo la possibilità del Diabete.

 

LA FARINA BIANCA :Rappresenta il terzo veleno, insieme a tutti gli alimenti che la contengono: pane, panini, pasta, impasti di ogni tipo, grissini e brioche. Quando mangiamo uno di questi alimenti, nel nostro organismo si forma una massa glutinosa che si muove lentamente e causa sonnolenza e costipazione. La soluzione? Assumere prodotti integrali e senza glutine che contengono grandi quantità di vitamine e proteine e soddisfano il nostro fabbisogno glucidico.

 

IL LATTE: Superati i due anni d’età, nel nostro organismo si riduce l’attività del ‘lattasi’, un enzima che permette l’assimilazione del latte: nell’età adulta questo enzima è praticamente inesistente. Tutto sfocia in un’intolleranza grave che può generare: gonfiori, irritazione del tratto intestinale, coliche, allergie, ecc.

Inoltre il latte e i suoi derivati contiene  caseine e le lattoglobuline che sono proteine pro infiammatorie ,innescano intolleranze,allergie, dolori aricolari e artrosici, permeabilità intestinale ecc ecc.

Dal latte il calcio non si assorbe,questo perche’ il rapporto CALCIO-FOSFORO E CALCIO-MAGNESIO è sbilanciato.

Il calcio maggiormente assimilabile lo troviamo nel terreno e quindi nei semi oleosi e nella verdura soprattutto.

Invito chiunque voglia prevenire le malattie che  stia alla larga da questi 4 antialimenti.

info@andreadigiglio.it